D'Agostino Ivana

D'Agostino Ivana

Figlia d’arte,  Ivana D’Agostino, laureata e specializzata (biennio post-laurea) in Storia dell’Arte contemporanea, è docente di Storia dell’Arte Contemporanea,   di Storia dell’Arte e del Costume e di Storia della Scenografia contemporanea (Biennio specialistico per gli Scenografi) presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Avendo studiato anche Scenografia, fino alla fine degli anni ’80, ha lavorato in teatro, cinema e televisione come costumista, assistente costumista e scenografa, collaborando con Maria Baronj Cecchi, Eugenio Guglielminetti, Danda Ortona, Bonizza Giordani Aragno, e tra i registi con Vera Bertinetti, Francesco Maselli, Ugo Gregoretti, Pupi Avati, Tommaso Sherman e Renato Carpentieri. Da qui l’insegnamento di Figurino di Moda all’Istituto Europeo del Design (1988-1993) e di Storia dell’Architettura  e di Storia della Pittura (Corso di Scenografia) all’Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma (1996-2004).
La particolare formazione culturale ne ha fatto un’ osservatrice  attenta delle relazione intercorse dal XIX secolo ad oggi tra arti visive,  teatro e  spettacolo, premessa ai suoi studi su Umberto Brunelleschi, Sonia Delaunay e la curatela di mostre, oltre che di pittura e scultura, di gioielli, foulard, arazzi e libri d’artista.
Storico d’arte, critico d’arte è giornalista pubblicista.  Già direttore artistico delle gallerie romane Pont des Arts e Bha Art, dal 2000 al 2010 è stata curatore  dello Studio Arte Fuori Centro di Roma e nel 2003 della Biennale del Libro d’Artista di Cassino. Presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 2002-2003, nel suo corso su: Futurismo, Futurismi, Case d’Arte e Case d’artista ha organizzato incontri  sulla musica futurista, la fotografia del movimento, sui manifesti, il cinema, la scenografia e la poesia futurista con relatori specifici: Pietro Verardo e Nicola Cisternino (intonarumori); Guido Cecere, (fotodinamica); Eugenio Manzato (manifesti); Franco Perrelli (scenografia). 
Ha esteso numerose voci biobibliografiche per la Pittura dell’Ottocento (Electa 1991) e dell’Ottocento napoletano (Pironti 1992); ha collaborato con le riviste Terzoocchio, Titolo, Segno e Next,e ha condotto ricerche iconografiche  per la Mondadori e per la Rai di Roma; ha scritto:Umberto Brunelleschi. Dal Liberty e oltre il Déco, in “Terzoocchio”, n.55,Bologna, giugno 1990;  Dall’opera d’arte al manufatto d’arte (catalogo della mostra), ediz. Joyce & Co, Roma, 2004. L’evento espositivo connessovi, partendo dall’analisi storico-critica dell’esperienza totalizzante dell’arte tardo-ottocentesca, consisteva nella realizzazione di manufatti d’arte di qualità partendo da prototipi di opere d’arte  di artisti contemporanei.
Accademia di Belle Arti di Brera, Incontri Internazionali di Scenografia. I° incontro: Pier Luigi Pizzi. Relatori, Proff.: Ivana D’Agostino, docente Accademia di Belle Arti,  Venezia; Paolo Gallarati, ordinario DAMS, Università di Torino, 17 aprile 2007. Relazione di Ivana D’Agostino, Tra Arti visive e Scena negli allestimenti di Pier Luigi Pizzi: dal teatro barocco al teatro del Novecento.
Ha rilasciato l’intervista a Radio3suite (ottobre 2006) su: Tamara De Lempicka e la Moda, (da cui il suo articolo: “Tamara De Lempicka”, Terzoocchio, dicembre 2006). Ha scritto: “Enrico Salfi e Pompei. Quotidiano remoto” in Art e Dossier, giugno 2006; ha scritto: Riflessioni dal Diario intimo di un critico militante in “Le stagioni della critica militante” di Simona. Cigliana, Onyx Ediz., Roma 2006. Università della Tuscia, Facoltà di Lingue e Letterature straniere, Festival Pier Paolo Pasolini, Scartafaccio, liturgie pasoliniane, regia di Giuseppe Lorin (scelta iconografica di Ivana d’Agostino) San Martino al Cimino, luglio, 2007. Festival della Scenografia contemporanea – SIB 2008, Rimini dal 5 all’8 aprile (relazione di Ivana. D’Agostino: Tra tradizione e innovazione. Nuove frontiere della scena dalle arti visive alle nuove tecnologie”. Ha partecipato come relatore al “Convegno su Marino Darsa” a Dubrovnik (2-7 settembre 2008). Il suo saggio “Dalla scena fantastica dei teleri di Vittore Carpaccio al nuovo spazio del teatro rinascimentale” è stato pubblicato in: “Annuario 2 Accademia di Belle Arti di Venezia”, a cura di Alberto Giorgio Cassani, ed. Il Poligrafo, Padova 2012.
 Ha tenuto una conferenza su  “Palladio e i grandi architetti nel panorama artistico del Cinquecento” nell’ambito della rassegna Il profilo di Arianna. Dediche ad Andrea Palladio,Villa
Badoer (Rovigo) il 12 ottobre 2008;  presentazione del libro di Fabio Storelli, autore teatrale già responsabile della programmazione culturale della terza rete Rai, “Sirenona a tre code”, un testo
ironicamente dissacratorio ricco di colpi di scena allusivi e teatrali. Gli incontri e le letture si sono tenuti: 28 ottobre 2008, Libreria Bibli, Roma con interventi di Ivana d’Agostino, Massimo Giannotta, Vittorio Pavoncello, Roberto Valle; 12 dicembre 2008, Grande Hotel di Trento, intervento di Ivana D’Agostino; 11 marzo 2009, Accademia di Belle Arti di Venezia, con interventi di Ivana D’Agostino e del Direttore dell’Accademia, Carlo Montanaro.
Convegno Sulle ali dell’Arte (Patrocinio Soprintendenza ai Beni Storico Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbia), Centro Servizi Santo Spirito, Gubbio (10 giugno 2009), relazione di Ivana d’Agostino: Per un’estetica del Sacro. Angeli e spiritualità dalla pittura preraffaellita al teatro d’avanguardia; Ivana D’Agostino, Per un’estetica del sacro. Angeli e spiritualità dalla pittura preraffaellita al teatro d’avanguardia in: “Sulle ali dell’Arte”(prefaz. Di Vittoria Garibaldi), Gubbio 2009; Venerdì futuristi in BSD, Seminari e aperitivi, Cà Foscari, Venezia, 19 giugno 2009, relazione di Ivana D’Agostino: Futurismo, e non solo tra scenografia, costumi e arti visive.
Festival Spiritus dove nascono le emozioni. Festival Massa carrara, 2009, conferenza di Ivana D’Agostino: Sacralità, spiritualità ed esoterismo cosmico dalle arti visive alla scena tra la fine dell’Ottocento ed oltre il teatro di luce di Gordon Craig,26 luglio 2009.
 Ha tenuto una conferenza sullo scenografo Ezio Frigerio e sulla costumista Franca Squarciapino al Victoria and Albert Museum di Londra il 23 sett.2009; ha tenuto una conferenza su: Scenografia e costumi dei  Petrushka e Pulcinella presso la Casa del Goldoni, 3 dicembre 2009; Biblioteca di Cà Foscari, Seminari Centro universitario teatrale di Venezia. Ivana D’Agostino: I Futuristi da Umberto Boccioni al Teatro da Camera di Alexandra Exter, 21 gennaio e 3 marzo 2010; Giornata Internazionale di Studi su Tadeusz Kantor. Convegno presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia 15 e 16 febbraio 2010. Ivana D’Agostino: Tadeusz Kantor tra Teatro e Pittura; “The International Festival of Scenic Arts”, Il teatro di luce di Joseph Svoboda: conferenza di Ivana D’Agostino, Casa dell’Architettura, Roma, 18 aprile 2010; “Coco Chanel la Moda come specchio dell’Economia”, Giornata di Studi presso Palazzo Sormani, Sala del Grechetto, Milano, intervento di Ivana D’Agostino: Coco Chanel mecenate di artisti, 27 ottobre 2010.
A Venezia presso la Fondazione di Venezia ha tenuto le seguenti conferenze:
13 aprile 2011: Giapponismo orientalismo ed Esposizioni Universali. Innovazione e sintesi di un nuovo mondo moderno dalla pittura alla scenografia vivente di Löie Fuller alla danza ritmica di Dalcroze.
27 aprile 2011: Il teatro d’Avanguardia: arti visive e nuovi allestimenti. Luci e costumi tra Oskar Schlemmer, Kasimir Malevich, Giacomo Balla, Alexandra Exter, Fortunato Depero.
 Conferenza di Ivana D’Agostino a Palazzo Grassi, Venezia: Da Alighiero Boetti ed oltre Alighiero e Boetti, 11 gennaio 2012; il 20 aprile 2012 alla Punta della Dogana, Venezia, si è tenuta la II parte della conferenza: Da Alighiero Boetti ed oltre Alighiero e Boetti; 4 maggio 2012, conferenza: Coco Chanel e l’Avanguardia artistica in Francia, Palazzo Mocenigo, Venezia; 28 nov.2012, Fondazione Cini di Venezia, Giornata di Studio su “Pietro Bertoja scenografo e fotografo”, intervento di Ivana D’Agostino: L’orientalismo nell’Ottocento tra Esposizioni Universali, pittori viaggiatori, e non, fotografi e nuovi esotici soggetti teatrali.
Ha  collaborato con la rivista The Scenographer per cui ha scritto: William Kentridge. Between The Magic Flute and  Venice Biennale,  september 2006;  Emanuele Luzzati at Spoleto, and beyond,  september 2006.
Sul n.speciale di The Scenographer di aprile 2007 ha curato il numero monografico su: Pier Luigi Pizzi a decade of stage direction and design 1996/2006; ha scritto L’Arte di Roberto Capucci a Palazzo Fortuny di Venezia, L’Unico, quotidiano Web di Roma, 1 maggio 2009.
 Collabora con la rivista bimestrale romana “International Urbis et Artis” per cui cura una sua rubrica “Osservatorio”, per cui ha scritto:
Alberto Savinio in scena al Palazzo Reale di Milano, n.3, luglio-agosto 2011; sul n.4, settembre-ottobre 2011: Fausto Pirandello a Palazzo Grimani a Venezia (l’articolo in italiano ed in inglese è inserito nel sito della Fondazione Fausto Pirandello: www.fondazionefaustopirandello.it) e “Libertà e destino” in scena allo Sferisterio Opera Festival di Macerata; sul n.5, novembre-dicembre 2011: Gino Severini al Mart di Rovereto e Le sculture di Giacinto Cerone alla Galleria d’Arte Moderna di Roma; n.6, gennaio-febbraio 2012: Pittori Orientalisti al Chiostro del Bramante; n.9 luglio-agosto 2012 Le nozze di Figaro al teatro delle Muse di Ancona.
 Il suo saggio: Simultaneismo di quadri, abiti, set cinematografici, telegiornali e cinegiornali di e con Sonia Delaunay è stato pubblicato su: “Annuario 1 Accademia di Belle Arti di Venezia”, a cura di Alberto Giorgio Cassani, ed. Il Poligrafo, Padova, 2010.                                                                                                                       
Ivana D’Agostino, Armonia delle sfere, orbite celesti, teorie dell’ornamento e percezioni ottiche della pittura tra Simbolismo ed Astrazione in: “Poesia e spiritualità”, anno II, num. 4, Passagem Sem Guarda, Industria grafica, Milano, 2010.
Ivana D’Agostino, Tadeusz Kantor tra arti visive e scena in : “Omaggio a Kantor. Opere su carta 1947/1990”, catalogo della mostra tenutasi al Magazzino del Sale3 di Venezia e allo Studio Tommaseo di Trieste, Archetipo Libri, Bologna, 2011.
Ivana D’Agostino è curatore di eventi espositivi dalla fine degli anni ’80. Qui di seguito si elenca una sintetica selezione degli stessi a partire dal 2005.. Tra le mostre precedenti questa data  si segnalano : Languages of Synthesis, San Francisco 1992; Karin Eggers (scultura), Goethe Institut, Roma 1994; Miae Kim, Seul  2003, Massimo Luccioli (pittura e musica), Berlino 2004; Basilischi. Il filo del racconto, Tricromia Studio d’Arte, Roma, 2004. L’esposizione comprendeva gli arazzi di Marilena Scavizzi ispirati ad un Bestiario eugubino del XIV secolo.
 Nel 2005 Christine Gallmetzer (pittura) galleria Prisma, Bolzano; Angelo Brugnera (scultura),  Massenzio Arte, Roma; Massimo Luccioli (evento pittorico-visivo-musicale), Accademia di Belle Arti di Venezia; 51Biennale di Venezia, Lucio Andrich (arazzi) isola di S. Erasmo  (Venezia); Gianfranco Asveri (pittura) Galleria Rosso20Sette, Roma; Luigi Spanò (pittura), L’uomo visto di spalle che fuma un sigaro con la sciarpa rossa, rossa?, a cura di Ivana D’Agostino, testi di: Claudio Strinati, Donato Valli, Daniela Del Moro, Castello di Carlo V, Lecce, catalogo ed. Salentina, Galatina (Le); .Nel 2006 Elisabetta Diamanti (incisioni), Exuviae feminae, Spazio Espanso Roma.
Nel 2007 Salvatore Giunta (scultura), Al limite dell’azzardo (musiche di N. Cisternino), Studio Arte Fuori Centro, Roma; Alessandra Porfidia (scultura ambiente), Bianchi territori.Ambienti scultorei (musiche di B. Eno), Studio Arte Fuori Centro, Roma; Vittorio Pavoncello (pittura), Blue,(lettura del testo teatrale di Pavoncello Il bue), Sala Margana, Roma; Gabriella Di Trani (pittura e macchine del tempo), Vizi e visioni
nel segno barocco (azione mimica e musiche di J. Baptiste Lully), Studio Arte Fuori Centro, Roma; Franca Bernardi (opere ambientali), Per trasparenze e per lame di luce, Galleria AOC F58, Roma. Nel 2008 Luisa Colella (fotografia),Non mi piacciono le isole, Studio Arte Fuori Centro, Roma; Nel 2009 Unico ed irripetibile (collettiva di oggetti d’uso d’artista) Studio Arte Fuori Centro, Roma; Profili curvi, personale di Anna Maria Gelmi,(scultura) Studio Arte Fuori Centro, Roma; Sanmicheleinisola, personale di Gabriella Di Trani, Studio Arte Fuori Centro, Roma; Sviarsi, personale di Antonella Capponi (scultura), Studio Arte Fuori Centro, Roma; Nuovi orizzonti in Laguna. Ricerca e sperimentazione dell’Accademia di Belle Arti di Venezia (collettiva), Centro culturale Borges, Buenos Aires, 10 agosto-4 settembre;Segni di Confine.Quaranta artisti per il Muro di Berlino, Studio Arte Fuori Centro, Roma, 10 novembre;  Elisabetta Diamanti (incisioni), Editio Vitae, Galleria L’Atelier,Roma,20 nov.-4 dicembre; Nel 2010 Salvatore Giunta (incisioni), Tagli di Luce e nuovi spazi, Stamperia del Tevere, Roma, 11 febbraio; Accademia di Belle Arti di Venezia, Pittura F, Cadavres Exquis- Surrealismo e Pittura contemporanea (interventi di Ivana D’Agostino e Domenico Papa), 15 aprile e 15 maggio;  Workshop, Laboratorio aperto di Pittura e Disegno, Progetto di Carlo Di Raco, Ivana D’Agostino, Domenico Maria Papa, Martino Scavezzon, Magazzino del Sale 3, Venezia,24 maggio-1 giugno 2010; Art Studio Franḉoise Calcagno, Corrispondenze, Mostra di Salvatore Giunta e Teresa Pollidori (incisioni e fotografia) (testo di Ivana D’Agostino),20 novembre, Venezia.
Nel 2011 Mimmo Sancineto (pittura e scultura), Colore, (testi critici di Claudio Strinati e Ivana D’Agostino), Castel dell’Ovo, Napoli, 2 febbr.-6 marzo; Commissione ( R. Caldura, I. D’Agostino, L. Farulli) per scegliere i Giovani artisti diplomati all’Accademia di Belle Arti di Venezia 2010-2011 per la Mostra Essay, Magazzino del Sale3, Venezia,1-26 marzo.
Nel 2012 Gabbris Ferrari (pittura), Il paesaggio inquieto, Pescheria Nuova ed Ex Monastero Olivetano, (catalogo della mostra a cura di Ivana D’Agostino), Rovigo, 4 febbraio-18 marzo; Nicola Caracciolo (fotografia) Grand Tour dal Pollino all’Honduras. Foto di Nicola Caracciolo (personale), Castello Aragonese, Castrovillari (Cs.), 12-20 maggio.
Approfondimenti bibliografici su Ivana d’Agostino si possono ottenere consultando i siti delle biblioteche in rete:
http://opac.sbn.it
in cui a  suo nome sono inseriti 35 titoli;
azalai.cilea.it/mai/
in cui sono inseriti anche i saggi pubblicati
 
Contatti:
Ivana D’Agostino
Via Nicola Corsi, 7
00152 Roma
Tel. 06/58231351
Cell. 335/8015331
ivana.dagostino@gmail.com
ivana.dagostino@accademiavenezia.it
   
 
 

Categorie