23/10/2007  al 09/11/2007

TONINO LOMBARDI: Cosmogonie psichiche

A cura di: Loredana Rea

TONINO LOMBARDI: Cosmogonie psichiche

Pittore, scultore, ceramista, incisore, musicista, Tonino Lombardi – uomo colto e passionale, schietto e orgoglioso- è dotato di un'energia creativa ed immaginifica che non accetta limiti predeterminati ma che avanza irrefrenabile come una colata di lava bollente. Proprio per questo gli stanno strette tutte le definizioni consuete, compresa quella dell'informale che a prima vista sembra essere la più vicina alla sua pittura. E non a caso, nel dominio di un'assoluta libertà creativa, in molte sue opere una coinvolgente gestualità musicale convive con repentine apparizioni figurative che apparentemente la contraddicono. Ma Lombardi vuole liberarsi da qualsiasi condizionamento precostituito in classificazioni cristallizzate e intende ricreare, tramite la materia-colore, esperienze simboliche del vissuto che diventano singole cosmogonie di percorsi interiori in sé irripetibili emotivamente ma rinnovabili per via pittorica. La terapia creativa suggerita con forza dalla pittura infuocata, corrucciata ma anche lirica di Lombardi è appunto quella dell'osmosi d'energie interiori tramite psicomachie fondate su tensioni, scontri, conflitti baluginanti di forze archetipe ( la luce e l'ombra, Eros e Thanatos, il giorno e la notte e via discorrendo) rivissute in una sintassi segnico-cromatica intensamente musicale.

Lo spazio che interessa Lombardi è al tempo stesso esistenziale ed ambientale, a livello anche sociale, è una dimensione in divenire, fluida, aperta e metamorfica, solcata da divampanti lampi di una coscienza in perenne ebollizione, come un vulcano mai domo. E' spazio del desiderio abitato dai quattro mitici elementi costitutivi del mondo (acqua, aria,terra e fuoco) evocati e prodotti tramite un quinto, la luce-colore, degna di uno sciamano del pennello.

Così il nostro artista non rinnega lo splendore del mondo purgandolo con asettiche elucubrazioni ma lo ricrea mettendolo in cortocircuito con l'azione creativa e trasformandolo in epifania di intensità luminosa equivalente a pura energia. Nelle sue opere migliori, emerge il connubio di una forza centrifuga che guarda positivamente all'esterno e di una scossa centripeta che si chiude in se stessa, entrambe tempestose messaggere di sommovimenti cosmici e psichici, dall'inimmaginabile bagliore di un quasar al mistero racchiuso in un neurone del cervello. In questo senso la ricerca di Tonino Lombardi sa essere "come una freccia fiammeggiante", "un incendio di chiaroveggenza", per dirla con Rainer Maria Rilke, perché- come scrisse ancora il poeta tedesco alla moglie Clara- i più autentici "oggetti d'arte sono sempre risultati dall'essere-stati-in pericolo, dall'essere andati fino al limite ultimo dell'esperienza".

 

Categorie



  • Via e. bombelli, 22 - 00149 Roma
         065578101